Prete ucciso a coltellate da un immigrato a ComoDon Roberto Malgesini, 51 anni, è stato accoltellato questa mattina alle 7 in piazza San Rocco, in centro a Como. A sferrare i fendenti uno straniero che si è poi costituito ai carabinieri. Don Malgesini, nato a Morbegno e molto attivo in città nel volontariato, era conosciuto in città per il suo impegno a favore degli migranti.

L’omicidio è avvenuto a pochi passi dalla parrocchia a cui è stato assegnato il religioso.

Don Roberto è stato trovato steso a terra, con una ferita da arma da taglio, nella salitina che porta alla chiesa, non lontano dalla fermata dalla fontanella dell’acqua. Inutili i soccorsi di ambulanze e automedica: i sanitari hanno soltanto potuto constatare il decesso. Don Roberto era conosciuto da tanti a Como, era noto per aiutare sempre i migranti e gli “ultimi” della città lariana. Sul posto è arrivato anche il vescovo di Como per l’estrema unzione al cadavere.

L’uomo accoltellato a Como questa mattina, il valtellinese Don Roberto Malgesini, nella città era il prete degli ultimi. Non aveva una parrocchia, ma la sua pastorale era quella dell’assistenza ai bisognosi. Portava la colazione ai senzatetto e agli migranti e assisteva tutte le situazioni di marginalità. Viveva nella parrocchia di San Rocco, a pochi passi dal punto dove questa mattina è stato accoltellato. Sul luogo dell’omicidio è arrivato anche il vescovo mons. Oscar Cantoni. Il quartiere di san Rocco, all’ingresso della convalle di Como , con molte case vecchie, da tempo è abitato principalmente da immigrati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *